Skip to content Skip to navigation

Cattedrale di Modena, Torre della Ghirlandina e Piazza Grande Patrimonio dell'Umanità dal 1997

Sezioni

Piazza Grande

La Piazza del Duomo, nata nel XII secolo, ha assunto l’appellativo di Grande dalla seconda metà del XVII secolo. È da sempre il cuore pulsante di Modena, splendidamente incorniciata dal Duomo, dalla torre Ghirlandina e dall’arioso porticato del Palazzo Comunale, simboli storici delle istituzioni politiche e religiose della città.

La forte vocazione civile della piazza è ancora oggi testimoniata dalla presenza della Pietra ringadora, enorme masso di pietra utilizzato in età comunale come palco per gli oratori che “arringavano” la folla e come pietra del disonore per i debitori insolventi.

La piazza era anche il luogo dove si amministrava la giustizia e, per secoli, fu la sede del mercato e degli scambi economici. Nell’abside del Duomo sono ancora visibili le antiche misure a cui i commercianti dovevano uniformarsi nelle vendite: la pertica, il coppo, il mattone e il braccio. A garanzia della correttezza degli scambi commerciali a partire dal Medioevo esisteva un “Ufficio della Buona Stima”, il cui simbolo pare fosse la statua raffigurante una figura femminile con lunghe vesti, detta dai modenesi Bonissima, oggi collocata sullo spigolo del Palazzo Comunale.

La sede municipale è il frutto dell’aggregazione di numerosi edifici costruiti dall’XI al XVII secolo. All’interno sono visitabili le Sale storiche tra le quali la Sala del Fuoco con un importante ciclo pittorico ispirato alla storia romana dipinto da Nicolò dell’Abate nel 1547 e la Sala di Rappresentanza nella quale sono esposti diversi dipinti ottocenteschi di Adeodato Malatesta.

Ascolta il file audio
[audio mp3 - 2,8mb]